Sito archeologico di Gerione

Sopra un’altura, nel territorio di Casacalenda, è situato un enigmatico sito archeologico. I resti sono visibili grazie ad un’ attività di scavi condotta sotto la direzione del Prof. Quilici Lorenzo  del “Dipartimento di Archeologia dell'Università di Bologna”, ma che ha visto coinvolto archeologhe molisane: la dr.ssa Maria Teresa Occhionero e la Dr.ssa Antonia Vallillo.

Gli scavi hanno portato alla luce i resti di un borgo medioevale,  tuttavia sono emersi anche reperti più antichi: mura sannite e, soprattutto, come materiale di riutilizzo una stele che presenta raffigurata in rilievo una divinità cartaginese, la dea Tanit: il segno che conferma nel 217 a. C. il passaggio di Annibale nell’agro di Larino a Gereonium?  Gerione e Gereonium sono quindi la stessa località?

Visitare il sito offre la possibilità di una piacevole escursione a piedi e a cavallo nella splendida Valle del Cigno, con un “ viaggio” tra natura e storia.

Il sito è raggiungibile sia da Larino che da Casacalenda mediante la Statale 87: al chilometro 187 e 300 metri si trova una stradina che scende nella Valle del Cigno, punto di partenza per arrivare, a piedi e a cavallo, al sito. Il sentiero, tuttavia, non è ben segnalato: quindi per escursioni guidate e informazioni: 3406550584( Ecomuseo Itinerari Frentani).